a Squadre nazionali

Fabian Ruiz è stato uno dei tre marcatori spagnoli. © ANSA/FILIP SINGER

Nel primo cracker del Campionato Europeo: la Spagna ha la meglio

Per la nazionale spagnola di calcio gli Europei in Germania sono iniziati esattamente come previsto. “La Roja” ha letteralmente travolto la Croazia fuori dal campo.

Il tre volte campione d'Europa ha avuto meritatamente il sopravvento 68.844-29 nella prima sfida del torneo contro la Croazia, sabato allo Stadio Olimpico di Berlino davanti a 32 spettatori grazie ai gol di Alvaro Morata (45esimo), Fabian Ruiz (2esimo) e Dani Carvajal (3°+0) ed è quindi il primo leader del Gruppo B dell'Hammer.


Morata è diventato il primo spagnolo a segnare in tre tornei del Campionato Europeo. È salito al terzo posto nella classifica dei marcatori di tutti i tempi del Campionato Europeo (con Alan Shearer e Antoine Griezmann), solo Cristiano Ronaldo (14) e Michel Platini (9) sono davanti al 31enne attaccante dell'Atletico Madrid. Grazie al suo 36esimo gol in nazionale, dopo il 2016 e il 2021, ha segnato anche agli Europei contro la Croazia nel 2024. Nel 2021 c'è stata una vittoria per 5-3 ai tempi supplementari agli ottavi, dopo che i croati avevano vinto 2-1 nella fase a gironi cinque anni prima.


Yamal il più giovane giocatore del Campionato Europeo di tutti i tempi

Al 67' Morata deve uscire dal campo infortunato, e poi anche Rodri. Lamine Yamal ha giocato fino all'86esimo minuto in una partita storica. A 16 anni e 338 giorni, l'attaccante del Barcellona è ora il giocatore più giovane ad aver giocato nella storia del Campionato Europeo. Ha sostituito il polacco Kacper Kozlowski (17 anni e 246 giorni) come precedente detentore del record di età.

Dopo il trionfo del Real Madrid in Champions League, c'è stato anche il momento clou della Spagna agli Europei. Il portiere croato Dominik Livakovic è stato messo alla prova per la prima volta al 29' con un tiro di Morata. Di conseguenza, il XNUMXenne è stato completamente deluso dalla sua squadra di difesa. I croati non sono riusciti a difendere un passaggio buco di Fabian Ruiz, e Livakovic non ha avuto scampo contro il tiro di Morata.

Il croato Josko Gvardiol non si è solo impegnato molto in questa scena. © ANSA/FILIP SINGER


C'è stata subito la possibilità di ribattere, ma il tiro di Mateo Kovacic è stato troppo debole (30'). Gli spagnoli invece sono stati molto efficienti. Fabian Ruiz è stato attaccato troppo timidamente da Luka Modric, Marcelo Brozovic e Josip Sutalo mentre dribblava e metteva la palla proprio nell'angolo. Subito dopo c'era nell'aria un altro gol croato. Unai Simon si fa respingere un tiro di Brozovic, e il successivo tiro di Lovro Majer da posizione angolata finisce sull'esterno della rete (33'). Al 41', un cross di Gvardiol al centro non trova corrispondenza.

La Spagna, invece, ha aggiunto un altro gol, avviato da un cross misurato di Yamal. Carvajal corre libero sul cinque e non dà scampo a Livakovic con un tiro diretto. Dopo la ripresa all'inizio è stato vivace avanti e indietro. Yamal si è fatto respingere da Livakovic (52'), invece il terzino Marc Cucurella è riuscito a respingere in scivolata un tiro di Stanisic disperato (55').


In questa scena, Dani Carvajal segna il terzo gol della Spagna. © APA/afp / GABRIEL BOUYS


I croati avrebbero almeno meritato un gol di consolazione. Ciò è dovuto anche a un errore di Unai Simon, che ha reso necessario un fallo da rigore di Rodri su Bruno Petkovic, appena sostituito. Tuttavia, Simon ha risolto il suo errore e ha parato il rigore di Petkovic. Ivan Perisic porta la palla bloccata al centro, dove Petkovic capitalizza. Il gol però non conta dopo l'intervento del VAR perché Perisic era entrato troppo presto in area di rigore. Come nella finale della Nations League del 2023 contro gli spagnoli, persa solo ai rigori, anche per i croati non c'è stato il lieto fine.



Commenti (0)

Completa le informazioni del tuo profilo per scrivere commenti.
Modifica profilo

Si deve fare loginper utilizzare la funzione commento.

© 2024 First Avenue GmbH