T Tennis

Jannik Sinner ha realizzato qualcosa di storico. ©APA/ELSA

Numero 2 del mondo: storico trionfo di Jannik Sinner

No, non è un pesce d'aprile: domenica sera Jannik Sinner ha vinto il torneo Masters 1000 a Miami ed è entrato nella storia. Il sestese è ora per la prima volta numero 2 al mondo!

Un altoatesino è il secondo miglior tennista al mondo: questa frase deve lasciarsi sciogliere in bocca. Solo pochi anni fa, una cosa del genere sembrava del tutto utopica, ma ora un ragazzo di 22 anni di nome Jannik Sinner è riuscito a realizzare questa impresa storica. Con la vittoria del torneo Masters 1000 di Miami il tennista di Sesto si avventura in ambiti che non sono mai stati riservati ad un professionista del tennis italiano. La posizione numero 1, che attualmente ricopre Novak Djokovic, sembra essere solo questione di tempo.


Sinner ha prevalso nella finale di domenica sera (CEST) a Miami contro Grigor Dimitrov (ATP 12) 74:6, 3:6 in soli 1 minuti. È stata ancora una volta una dimostrazione di potenza da parte del giocatore del Sesto, che nella sua forma attuale è considerato il miglior giocatore del pianeta. Le statistiche di Jannik Sinner sono da sogno: nel 2024 il pusterese ha giocato 23 partite subendo solo una sconfitta. Ha vinto tre dei quattro tornei a cui ha gareggiato (Australian Open, Rotterdam, Miami). Nella quarta la superstar altoatesina è arrivata in semifinale (Indian Wells).

Un torneo quasi perfetto

Sinner ha giocato un torneo quasi perfetto a Miami. Ha avuto solo un piccolo traballamento quando ha perso un set al terzo turno contro l'olandese Tallon Griekspoor. Per il resto Sinner si è presentato in modo impeccabile - e in semifinale contro Daniil Medvedev come da un altro pianeta. La fantastica vittoria in finale contro il formidabile Grigor Dimitrov è stato il coronamento. Curiosità: proprio Dimitrov è stato il giocatore che ha aiutato in maniera decisiva Sinner. Poiché il bulgaro ha eliminato Carlos Alcaraz nei quarti di finale, per l'uomo di Sesto la strada verso il numero 2 è stata libera.

Grigor Dimitrov disperava di Sinner. ©APA/BRENNAN ASPLEN


All'Hard Rock Stadium di Miami, che normalmente funge da arena di football americano, Sinner ha avuto bisogno di alcuni minuti per portare il motore alla temperatura di esercizio. Il giocatore di Sesto è arrivato al più tardi quando ha dovuto respingere una palla break sul risultato di 1:2. Giocava con una forza incredibile, metteva i suoi tiri sulla linea con precisione millimetrica, sentiva di prendere ogni palla e trovava sempre la soluzione ideale, anche quando era in difficoltà. Insomma: il suo omologo era disperato.

Con due break Sinner è andato avanti sul 6:3 e ha vinto il set. Ciò significava che l'ultima scintilla di speranza per Dimitrov si era spenta. Contro un altoatesino che ormai giocava a livelli incredibili e non commetteva più errori, il secondo set (6:1) era finito in soli 31 minuti - e la vittoria del torneo di Sinner era suggellata. È la prima volta che il 22enne trionfa a Miami dopo due precedenti sconfitte finali. Ritorna a casa come il nuovo numero 2 al mondo.

Raccomandazioni

Commenti (1)

Completa le informazioni del tuo profilo per scrivere commenti.
Modifica profilo

Si deve fare loginper utilizzare la funzione commento.

Spirito Keller

>>Nel quarto la superstar altoatesina è arrivata in finale (Indian Wells).

Beh, quasi: in semifinale era finita

01.04.2024 01: 25

© 2024 First Avenue GmbH